Presentata interrogazione parlamentare sul centro commerciale a Due Carrare

E’ firmata dai deputati padovani del Partito Democratico Giulia Narduolo, Alessandro Naccarato, Margherita Miotto e Vanessa Camani l’interrogazione presentata nei giorni scorsi ai Ministri dei beni culturali, dell’ambiente e dello sviluppo economico per chiedere loro un intervento per bloccare il progetto del centro commerciale di Due Carrare.
“Riteniamo che il centro commerciale avrà un impatto negativo sul piano ambientale ed economico perché metterà in grave difficoltà le attività commerciali dei comuni limitrofi, già in crisi da diversi anni, contribuendo oltretutto ad aumentare il problema della viabilità stradale dell’area con conseguenti danni all’ambiente e alla salute dei residenti” dichiarano i parlamentari. Nella loro interrogazione ripercorrono l’iter del progetto di quella che potrebbe diventare la più grande struttura commerciale della provincia e successivamente individuano quattro profili di criticità dell’opera: culturale-paesaggistico, economico-commerciale, viario, ambientale.
“Il primo punto è chiaramente legato alla presenza a poche centinaia di metri di distanza dal luogo del futuro insediamento del centro commerciale del Castello del Catajo, della Villa Dolfin-Dal Martello e del Parco Regionale dei Colli Euganei – spiega l’on. Giulia Narduolo, prima firmataria dell’interrogazione – ho già parlato con la competente Soprintendenza e mi hanno assicurato massima attenzione sul progetto, al quale peraltro nella prima versione aveva già dato un parere negativo ma non vincolante.”
Gli altri elementi critici sollevati dai deputati democratici toccano evidentemente la cementificazione di ulteriori metri quadrati di territorio agricolo, il rischio di dissesto idrogeologico che ne deriva, l’appesantimento del flusso di traffico che andrebbe a ricadere sulla viabilità limitrofa e, non da ultimo, la minaccia per il commercio locale dei centri storici dei comuni vicini a Due Carrare (i dati di Ascom e Confesercenti riportano che per ogni nuovo posto di lavoro creato dalla grande distribuzione organizzata, se ne perdono quattro in altri settori).
Le richieste formulate ai Ministri quindi sono chiare: “Quali procedimenti possono mettere in atto, per quanto di loro competenza, per tutelare l’integrità paesaggistica ed ambientale e il tessuto economico del territorio limitrofo al progettato nuovo centro commerciale di Due Carrare? Ma soprattutto, intendono attivarsi per valutare possibili interventi finalizzati a non concedere le autorizzazioni alla realizzazione del centro commerciale?”.
“Solleciteremo una risposta in tempi rapidi – concludono i deputati PD – con questa azione vogliamo rispondere concretamente alla richiesta di aiuto che le associazioni di categoria e anche l’amministrazione di Due Carrare hanno manifestato alle istituzioni. Intendiamo fare il possibile per scongiurare la costruzione del nuovo centro commerciale ma anche la Regione deve fare la sua parte.”