Finanziamenti per il digitale a sette scuole della bassa padovana

Le risorse sono state assegnate grazie al bando Atelier creativi del Miur

Ben sette scuole della bassa sono state finanziate dal Ministero dell’Istruzione grazie al bando atelier creativi previsto dal Piano Nazionale Scuola Digitale. Un’iniziativa per la quale è stato destinato un fondo di 28 milioni di euro e che prevede l’introduzione di nuovi strumenti, come per esempio stampanti e scanner 3D o nuove tecnologie digitali, per innovare gli spazi didattici nella scuola del I ciclo e creare dei veri e propri laboratori innovativi. In Veneto sono state finanziate 133 scuole e nella bassa padovana le risorse arriveranno alle scuole primarie e secondarie di primo grado Tribano, Ponso, Lozzo Atestino, Saletto, Casale di Scodosia, Montagnana. Esprime soddisfazione la deputata PD Giulia Narduolo della Commissione Istruzione della Camera: «Non posso che esprimere la mia felicità per l’arrivo di questi finanziamenti. Gli alunni delle nostre scuole sono ormai nativi digitali e, chiaramente, questi strumenti saranno molto utili a favorire un miglioramento della didattica.»