“Bonus Stradivari” per gli strumenti musicali confermato anche per il 2017

Come avvenuto nel 2016, anche nella Legge di bilancio del 2017 è stata confermato anche per quest’anno, il riconoscimento, a favore degli studenti, di un contributo una tantum per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi. Le modalità di fruizione di tale opportunità sono state definite dall’Agenzia delle entrate lo scorso martedì 14 marzo.

Dopo gli esiti positivi del primo anno di applicazione di questa soluzione, si è deciso di proseguire nella strada intrapresa stanziando un fondo di 15 milioni di €. Similmente a quanto fatto in altre azioni simili – penso per esempio al Bonus18app -, l’obiettivo è quello di coinvolgere tutto l’indotto economico-culturale connesso all’ambito d’intervento. Infatti il provvedimento da un lato è dedicato agli studenti, ai quali potrà essere riservato un contributo, erogato per un massimo di 2.500 € e rispetto a un importo non superiore al 65% del prezzo finale; dall’altro ai produttori e/o ai rivenditori di strumenti musicali, che potranno accedere a un credito d’imposta dell’ammontare pari al contributo riconosciuto agli studenti sotto forma di sconto. Ulteriori approfondimenti sono consultabili cliccando qui.

Ritengo che il rinnovo del provvedimento sia davvero una buona notizia, in particolare perché si prosegue nel progetto di sostegno alla crescita culturale e alla creatività dei giovani nel nostro Paese. Un tema importante, recentemente discusso anche con Luigi Berlinguer a Cadoneghe, che ha notevoli risvolti educativi e sociali, e al quale bisogna continuare a dedicare attenzione.