Una settimana fa in marcia per l’Europa!

La scorsa settimana si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma, firmati in Campidoglio il 25 marzo 1957 dai sei Paesi fondatori della Comunità Economica Europea. L’Italia è uno di questi e dobbiamo essere orgogliosi di questo primato. E’ stato un grande onore partecipare alle iniziative e alla manifestazione organizzate in occasione di questo importante anniversario, a cominciare da mercoledì 22 marzo quando, nell’aula di Montecitorio, alla presenza di deputati, senatori e parlamentari europei, il Presidente della Repubblica ha tenuto un discorso celebrativo ricordando i passaggi fondamentali del percorso di integrazione europea.

Venerdì 24 marzo, sempre alla Camera dei deputati, il CCRE (Consiglio dei Comuni e Regioni d’Europa) e la sua sezione italiana AICCRE hanno organizzato un dibattito dal titolo “I governi locali e regionali e l’Unione europea, i partner per promuovere la democrazia e lo sviluppo globale”. Ho dato anch’io una mano nell’organizzazione, tenendo i contatti con Federica Mogherini, Alta rappresentante dell’Unione europea  per gli affari esteri e la politica di sicurezza e Vice presidente della Commissione Europea, che ha partecipato all’incontro portando i saluti iniziali. La presenza dell’on. Mogherini ha dato grande lustro all’iniziativa e per ringraziarla il presidente del CCRE Stefano Bonaccini le ha consegnato una targa dell’AICCRE.

Sabato 25 marzo, infine, ho partecipato alla grande Marcia per l’Europa promossa dal Movimento Federalista Europeo insieme con altre decine di associazioni. Migliaia di persone, arrivate da tutti i Paesi europei e non solo (anche dall’Ucraina, per esempio), si sono raccolte in piazza Bocca della Verità e da lì in corteo sono giunte fino al Colosseo. La cosa più bella è stato vedere tantissimi giovani che inneggiavano ad un’Unione Europea più giusta e vicina ai cittadini, non volendo rinunciare ad una conquista unica che continua a garantire pace e progresso da 60 anni. Significativa anche la presenza di cittadini britannici che protestavano contro Brexit ed esprimevano il loro desiderio di poter continuare ad essere parte della famiglia europea.

 

Il video della Marcia per l’Europa girato dalla Gioventù Federalista Europea, tra gli organizzatori della manifestazione.